Requisiti di ammissione

ATTENZIONE: tutti gli studenti, compresi i laureati nei corsi di studio dell'Ateneo, devono presentare la domanda di valutazione tramite la procedura online ISCRIVERSI AL 1 ANNO E SUCCESSIVI

Sono ammessi al corso di Laurea Magistrale in Archeologia i candidati in possesso di una Laurea o di un Diploma Universitario di durata triennale o di altro titolo acquisito all'estero e ritenuto idoneo, che soddisfano i seguenti requisiti:

 

a) hanno conseguito la laurea in una delle seguenti classi di laurea (ex DM 270/2004 o ex DM 509/1999 o altro equivalente titolo

di studio conseguito all'estero):

L-1 (Beni culturali), L-10 (Lettere),

L- 43 (Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali);

oppure in una delle seguenti classi di laurea ex D.M. 590/99:

5 (Lettere), 13 (Scienze dei beni culturali), 41 (Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali).

 

b) i laureati nelle classi sopra elencate devono inoltre aver acquisito almeno 54 CFU nei seguenti SSD:

BIO/08 Antropologia

ICAR/19 Restauro

INF/01 Informatica

L-ANT/01 Preistoria e protostoria

L-ANT/02 Storia greca

L-ANT/03 Storia romana

L-ANT/04 Numismatica

L-ANT/05 Papirologia

L-ANT/06 Etruscologia e antichita' italiche

L-ANT/07 Archeologia classica

L-ANT/08 Archeologia cristiana e medievale

L-ANT/09 Topografia antica

L-ANT/10 Metodologie della ricerca archeologica

L-ART/04 Museologia e critica artistica e del restauro

L-FIL-LET/01 Civilta' egee

L-OR/05 Archeologia e storia dell'arte del vicino oriente antico

M-DEA/01 Discipline demoetnoantropologiche

17/05/2018

M-GGR/01 Geografia

M-STO/01 Storia medievale

 

c) conoscenza della Lingua Inglese almeno a livello B1;

 

d) competenze informatiche di base almeno equipollenti all'ECDL core.

 

I laureati in classe di laurea diverse da quelle precedentemente elencate, devono essere in possesso dei seguenti requisiti curriculari;

a) aver acquisito almeno 60 CFU complessivi nei seguenti SSD,

BIO/08 Antropologia

ICAR/19 Restauro

INF/01 Informatica

L-ANT/01 Preistoria e protostoria

L-ANT/02 Storia greca

L-ANT/03 Storia romana

L-ANT/04 Numismatica

L-ANT/05 Papirologia

L-ANT/06 Etruscologia e antichita' italiche

L-ANT/07 Archeologia classica

L-ANT/08 Archeologia cristiana e medievale

L-ANT/09 Topografia antica

L-ANT/10 Metodologie della ricerca archeologica

L-ART/04 Museologia e critica artistica e del restauro

L-FIL-LET/01 Civilta' egee

L-OR/05 Archeologia e storia dell'arte del vicino oriente antico

M-DEA/01 Discipline demoetnoantropologiche

M-GGR/01 Geografia

M-STO/01 Storia medievale

b) conoscenza della Lingua Inglese almeno a livello B1;

c) competenze informatiche di base almeno equipollenti all'ECDL core.

I laureati non in possesso dei CFU richiesti dovranno acquisire i CFU mancanti prima dell'iscrizione alla Laurea Magistrale, eventualmente nei mesi intercorrenti tra l'ottenimento della Laurea e la chiusura definitiva delle iscrizioni alla Laurea Magistrale.

 

MODALITÀ DI VERIFICA DEI REQUISITI CURRICULARI

La verifica dei requisiti curriculari avverrà sulla base della documentazione prodotta, da cui risultino gli esami superati, i relativi SSD, i CFU acquisiti e il voto di laurea. Di conseguenza i laureati potranno essere ammessi direttamente alla Laurea Magistrale oppure essere soggetti a una prova di verifica secondo le seguenti modalità:

a) La prova di verifica della preparazione personale si svolge in forma orale, mediante un colloquio con tre docenti del corso di Laurea Magistrale (inquadrati nei SSD L-ANT/01, L-ANT/06, LANT/07, L-ANT/08, L-ANT/09, L-ANT/10 e designati annualmente dal Comitato per la Didattica) vertente a sondare le conoscenze del candidato relativamente all'archeologia dell'Italia, dell'Europa e del bacino del Mediterraneo tra la preistoria e l'età post-medievale.

La prova si riterrà superata qualora il candidato dimostri una buona capacità di orientamento cronologico e una sufficiente capacità di lettura critica di un contesto archeologico e/o di un reperto.

La prova potrà tenersi in una o più sessioni. Qualora sia prevista più di una sessione, coloro che non siano stati ammessi alla prima possono ripresentarsi a quella successiva.

 

b) Non sono soggetti a verifica dei requisiti i laureati dei seguenti corsi di studio dell'Ateneo, il cui ordinamento didattico prevede già tutti i requisiti richiesti:

- Scienze storiche e del patrimonio culturale, curriculum archeologico (classe L-1 Beni Culturali ex D.M. 270/2004);

- Studi umanistici, indirizzo Archeologico (classe L-10  Lettere ex D.M. 270/2004);

- Scienze dei beni culturali, curriculum Archeologico (classe L-1  Beni culturali ex D.M.270/2004);

- Conservazione e gestione dei beni archeologici (classe L-43 - Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali ex D.M. 270/2004)

- Scienze dei beni archeologici (Classe 13 - Scienze dei beni culturali ex D.M. 509/1999);

- Conservazione, Gestione e Comunicazione dei Beni Archeologici (classe 41 - Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali ex D.M. 509/99).

 

Sono inoltre ammessi direttamente alla Laurea Magistrale, in quanto riconosciuti già in possesso della preparazione personale richiesta, i laureati in possesso dei requisiti che abbiano conseguito il titolo di studio con una votazione di laurea non inferiore a 100/110, o che, pur avendo riportato una votazione di laurea inferiore, abbiano acquisito con una votazione media ponderata non inferiore a 27/30 i CFU previsti nel loro piano di studi per i seguenti SSD: L-ANT/01, L-ANT/06, L-ANT/07, L-ANT/08, L-ANT/09, L-ANT/10.

Per coloro che, già in possesso di una Laurea Magistrale o di una Laurea Specialistica ex D.M. 509/99, intendano iscriversi alla Laurea Magistrale in Archeologia, i requisiti curriculari richiesti, da valutare nell'intera carriera di studi (Laurea e Laurea Magistrale), sono quelli indicati precedentemente. Soddisfatti i requisiti curriculari per l ́ammissione, qualora nel precedente corso di studi magistrale avessero acquisito ulteriori CFU in SSD presenti nell'ordinamento della LM-2, il Comitato per la Didattica può riconoscerne la validità ai fini del conseguimento della Laurea Magistrale.